Demo

Anche quest’anno è arrivato il momento di premiare i bambini e i ragazzi che hanno partecipato alla Terza Edizione del Concorso Letterario in 3 Parole, e a differenza degli anni scorsi abbiamo deciso di farlo a Novara nella splendida cornice del Broletto, all'interno della rassegna letteraria "Novara di Carta - Autori in Circolo". I racconti di questa edizione erano incentrati sulle tre parole scelte dal sondaggio che abbiamo indetto sul nostro sito web lo scorso anno; Amicizia, Paura e Idea. La partecipazione è stata ancora una volta numerosissima, quasi mille partecipanti da ogni parte d'Italia. Al termine di un lavoro di valutazione durato oltre due mesi, i nostri giurati, Simone Sarasso, Sergio Giuntini, Mariano Settembri, Marco Benzoni e Mariella Parravicini, hanno prima selezionato i migliori 30 di ogni categoria, che saranno pubblicati sull’Antologia che sarà disponibile alla fine di settembre, dopodiché hanno avuto l'arduo compito di scegliere i nove vincitori, tre per ogni categoria.

Di seguito potete vedere il programma della manifestazione:

         

Complice una splendida giornata estiva, la premiazione è stata seguita da un pubblico delle grandi occasioni. I novanta finalisti, provenienti da tutt'Italia hanno assistito all'evento con grande trepidazione. Sul palco, davvero imponente, sono stati nostri graditi ospiti due membri della giuria, Simone Sarasso e Mariano Settembri che hanno intrattenuto il pubblico parlando della loro esperienza di giurati. Prima di passare al resoconto della premiazione ci teniamo a ringraziare Carlo Giordanetti e Luisa Gigante di Swatch Italia e Eugenio Trombetta Panigadi e Patricia Veltri di IBS per il grande aiuto e la collaborazione. Ma iniziamo il racconto, dopo alcuni intoppi con il microfono il Presidente della Fondazione ha parlato brevemente delle tre edizioni del Concorso Letterario in 3 Parole, passando la parola a Laura Minuto, Vice Presidente, che ha raccontato come è nata la nostra Fondazione e cosa ha realizzato in questi anni di lavoro, lasciando poi la parola ai giurati, con i loro racconti. Poi, partendo dalla Scuola Primaria, sono stati chiamati sul palco i vincitori a cui sono stati consegnati i bellissimi premi. Tommaso Cuzzoni di Novara con il suo racconto "La Paura", si è classificato terzo. Simona Paradiso di Bari ha ritirato il secondo premio per il suo racconto "La panchina dell'amicizia". Poi è salita sul palco Rebecca Bonanno, vincitrice della scorsa edizione, che ha premiato Beatrice Masuello di Cuneo che, con il suo racconto "Pino e la forza dei sogni" si è classificata prima. La cerimonia è continuata con la premiazione dei ragazzi della Scuola Secondaria. Terza classificata Marta Ciaccia di Novara con il racconto "La paura del futuro", Secondo classificato Mattià Pullarà da Partitico (Palermo) con il racconto "Idealand e lo zio Piero". Poi, come per la Scuola Primaria, abbiamo fatto salire sul palco la vincitrice della scorsa edizione, Rebecca Vicini, che ha premiato la prima classificata, Ana Maria Stanciu di Roma, autrice del racconto "Sotto le stelle". Dopo le foto di rito siamo passati all'ultima categoria, la Scuola Superiore. Al terzo posto si è classificato Alessio Gregori di Monterotondo (Roma) con il racconto "Tomás", al secondo posto si è classificata Rebecca Vicini di Novara con il racconto "Anamnesi delle paure", che dopo aver vinto lo scorso anno nella Scuola Secondaria, è riuscita ad arrivare nuovamente fra i primi tre nella categoria Scuola Superiore. Infine Sara Rigolio, vincitrice del 2015 ha premiato la prima classificata, Irene Fraccaro di Firenze, con il racconto "Immortali", accompagnata dai suoi compagni di classe con un tifo da stadio. Di seguito potete vedere alcune immagini della premiazione e dei premiati scattate da Paolo Caporossi e David Zanardi, che ringraziamo: 


(cliccando sopra le fotografie, si ingrandiscono)


Clicca qui per leggere i racconti dei vincitori:

 

Contattaci:

 

Seguici su:

facebook  Facebook

  Instagram

youtube  YouTube

  Linkedin

  RSS

Copyright © 2014 Fondazione Lucrezia Tangorra Onlus